DCV682

Software Defined Networking (SDN), OpenFlow e Network Function Virtualization (NFV)

L'intera industria IT si è mossa, negli ultimi dieci anni, verso soluzioni altamente automatizzate, mentre il mondo del networking è rimasto fermo al concetto di configurazione manuale dei singoli apparati. È così giunto il momento di ripensare al modello “manuale” e cambiare i processi operativi di deployment delle reti, riducendo la quantità di tempo spesa ad eseguire operazioni manuali ripetitive. L’obiettivo di questo corso è dare alcune linee guida di alto livello. La presentazione si concentra sulle tecnologie di base SDN e NFV e il protocollo OpenFlow.

Durata 5 giorni

Programma

Software Defined Networking (SDN) primer
Motivazioni e principi fondamentali di SDN
Tecnologie abilitanti
Scenari di utilizzo
Dove, perché e come rendere una rete programmabile
Interfacce: Northbound, Southbound, East-West
Introduzione a OpenFlow
Piano di controllo e piano dati tradizionale
Controller-based forwarding
Fondamenti del protocollo OpenFlow
Pro e contro di OpenFlow
Le LAN con OpenFlow: Virtual tenant networks
Scalabilità di OpenFlow
Limitazioni hardware
Setup proattivo e reattivo delle tabelle di forwarding
Hop-by-hop e path-based forwarding
Scalabilità del piano di controllo
Casi reali di utilizzo di SDN
La rete geografica di Google
Network Functions Virtualization
Introduzione alla virtualizzazione (virtual machine, containers)
La virtualizzazione delle funzioni di rete
Vantaggi delle virtual appliances
Le iniziative di standardizzazione ed il ruolo dell’open source
Le tecnologie a supporto di NFV
Le LAN con NFV: software bridge, software vswitch con funzionalità LAN
Virtual appliances distribuite: il caso dei firewall e router distribuiti
Il modello ETSI MANO
Sinergie SDN-NFV
SDN e Network automation
NetConf / RESTConf
Openconfig
Ansible/Puppe/Chef (cenni)
Data plane veloci
User-space processing (es. DPDK)
Linux eBPF/Iovisor
Cisco VPP
P4
Il tuo IPv4: 3.84.130.252

Newsletter

Nome:
Email: