LEG881

Gli aspetti giuridici nella regolamentazione del mercato di TLC

La libertà di informazione – intesa sia in senso attivo (come libertà di informare), sia in senso passivo (come libertà di essere informati), sia infine in senso riflessivo (come libertà di informarsi) – può essere considerata la pietra angolare degli ordinamenti democratici. Ciò si è tradotto, per quanto riguarda l'ordinamento giuridico italiano, in una crescente attenzione del legislatore per la regolazione del mercato delle telecomunicazioni. Negli ultimi decenni si è passati infatti dal monopolio pubblico al servizio universale, attraverso due distinte stagioni di liberalizzazione. L'implementazione delle nuove tecnologie ha inoltre indotto l'ordinamento comunitario ad emanare un pacchetto di direttive sulle comunicazioni elettroniche, cui in Italia si è dato attuazione con il Codice delle comunicazioni elettroniche. Si è quindi andato via via componendo un settore, quello delle TLC, variegato e complesso. Ciò si è riflettuto anche sulle relative attività di regolazione e di gestione, in riferimento alle quali le esigenze di governo vanno composte con quelle di garanzia. Tali compiti sono in parte svolti da organi con legittimazione democratica diretta o indiretta (Parlamento e Governo) e, per altra parte, da organi neutri e/o di garanzia, la cui legittimazione formalmente non è di natura democratica, ma tecnocratica, basandosi non tanto sulla investitura popolare diretta o indiretta, bensì sulla competenza tecnica: si tratta, nella specie, dell'AGCOM, dell'Autorità Antitrust e dei Co.re.com, con competenze differenziate a livello orizzontale e verticale, ma talvolta tendenti a sovrapporsi.

Durata 1 giorno

Programma

Telecomunicazioni e Costituzione.
Evoluzione della conformazione del mercato delle TLC: dal monopolio pubblico al servizio universale:
la prima stagione di liberalizzazione
la seconda stagione di liberalizzazione
il servizio universale.
Le direttive comunitarie sulla comunicazione elettronica ed il codice delle comunicazioni elettroniche.
Funzioni di governo e di garanzia nella regolazione e nella gestione del settore delle TLC.
Le istituzioni democratiche:
ruolo del Parlamento
ruolo del Governo.
Le istituzioni tecnocratiche:
l'autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM): genesi, struttura e funzioni
il riparto di competenze fra AGCOM ed Autorità Antitrust
i Comitati regionali per le comunicazioni (Co.re.com): genesi, struttura e funzioni.
Il tuo IPv4: 34.229.151.87

Newsletter

Nome:
Email: